Polo Santa Chiara, 850 mila euro buttati per incapacità

Nell’ultimo Consiglio Comunale, l’Amministrazione ha proposto delle variazioni d’urgenza al bilancio per coprire la transazione da 850 mila euro che il Comune ha deciso di firmare per il fallimento della ditta Adico, prima aggiudicataria dei lavori per il Polo Museale Santa Chiara.

In tutta questa vicenda, ci sono delle precise responsabilità da parte dell’esecutivo. In particolare, non è stato fatto nulla per vantare i diritti che il Comune aveva nei confronti dell’azienda. Non è stata fatta alcuna azione preventiva, tanto che poi si è arrivati all’ingiunzione di pagamento da parte del curatore. Si poteva fare un’insinuazione al passivo, considerato il modo contestabile in cui Adico aveva svolto i lavori.

Ricordiamoci infatti della variante che la direzione lavori ha dovuto predisporre per far fronte alle riserve che la Vardanega, subentrata nelle operazioni, ha avanzato sul cantiere. Circostanza che costerà alle casse comunali altri 500 mila euro, che si sommeranno quindi agli 850 mila per la transazione.

Una transazione che adesso dobbiamo finanziare con i soldi dell’avanzo di Amministrazione, ottenuti tassando i cittadini. E non dimentichiamo che l’opera è finanziata dalla Fondazione Cariverona. Siamo entrati in un meccanismo perverso!

Foto da Il Giornale di Vicenza del 22/12/2017

Polo-Santa-Chara_22_12

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...