Consiglio comunale e commissioni: cosa non funziona?


È da molto tempo che evidenzio l’inconsistenza dei lavori del Consiglio Comunale in questo mandato dell’ammistrazione Poletto-PD. Il Consiglio Comunale è l’organo istituzionale che rappresenta tutti i cittadini, democraticamente eletto, con funzioni di direzione e controllo. Il luogo deputato alle decisioni politiche e di “buona amministrazione”, per il bene della nostra amata Bassano!
Lo statuto cittadino e il regolamento (ovvero la nostra carta costituzionale locale) ben definiscono questi concetti, anche descrivendo in maniera approfondita come dovrebbero essere condotti i lavori delle diverse commissioni, derivazioni del Consiglio Comunale e luogo deputato per eccellenza all’approfondimento delle diverse tematiche della vita amministrativa. Le commissioni sono il preambolo alla successiva discussione politica in Consiglio.

Ed invece a Bassano no: da tempo le commissioni sono divenute una sorta di “sportello doganale per il visto in uscita” verso il Consiglio Comunale; sedute organizzate troppo a ridosso dell’appuntamento consiliare e con nutriti ordini del giorno, ovvero numerose problematiche da discutere. Tempi stretti, troppi argomenti e, in più, alcuni assessori infastiditi e accaldati che non rispondono ai nostri quesiti o rinviano l’approfondimento a future riunioni, che naturalmente rimangono “promesse da marinaio”.

Nelle commissioni non si “lavora”, in Consiglio il dibattito e il confronto politico non ci sono, se non nel tempo che rimane dopo i battibecchi tra assessori, sindaco e consiglieri di minoranza…

Non è così che il Consiglio Comunale e i suoi componenti devono lavorare per il bene della città: la buona amministrazione è una cosa ben diversa. Si badi bene che non è una questione politica e/o di posizioni o ruoli diversi. Tutti i consiglieri, di maggioranza e opposizione, devono avere la possibilità e il dovere di conoscere, analizzare, approfondire, studiare le questioni cittadine, per avere la necessaria competenza, professionalità ed esperienza in merito, elementi essenziali per attuare le scelte migliori per il bene della città.

Nelle commissioni permanenti deve essere garantito un costante lavoro sui principali “temi della città”, dove approfondimento e confronto costruttivo sviluppino il meglio per il futuro di Bassano, seduta su seduta, Consiglio Comunale dopo Consiglio Comunale, fino al passaggio tra un mandato amministrativo e un altro.

Oggi non è così, la città soffre per questo e nessuno lo può negare! 

È una precisa responsabilità del Sindaco Poletto e del partito di maggioranza che lo sostiene: il Partito Democratico e i suoi rappresentanti nel governo cittadino, che hanno anteposto al bene della città e alle regole della buona amministrazione le logiche della giunta e gli equilibri di spartizione politica, svuotando il Consiglio Comunale di ogni sua insostituibile funzione. Nella storia politica della città ciò non è mai avvenuto!

Roberto Marin – Capogruppo lista Impegno per Bassano.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...